Vai ai contenuti

Il mio account

Località/Regione di consegna

Spedizione verso: Italia. Il tuo ordine sarà fatturato in EUR €.
how togiovedì 15 aprile 2021

Guida definitiva alle taglie e alla vestibilità delle Nike Dunk

Condividi

Articolo di Joseph Furness, tradotto da Fulvio Aniello

Le Nike Dunk stanno vivendo una vera rinascita – e non è la prima volta! Attese da tempo e sempre molto richieste, le Dunk più recenti sono le ultime di una lunga serie di modelli firmati dagli artisti delle sneakers di Portland. Nate nel 1985 come sneakers da basket per alte performance, il mash-up delle Air Jordan 1 e delle Nike Terminator si basava sulla calzata delle Nike Legend, considerate all’epoca le migliori scarpe da basket in assoluto. Una bella evoluzione rispetto alle Air Force 1, un modello comodo e alla moda al tempo stesso. Svelate con l’ormai famosissima pubblicità “Be True To Your School”, le Dunk si sono distinte con i colori delle 12 migliori squadre di Basket dei college, permettendo così ai fan d'indossare i colori della loro squadra dalla testa ai piedi. Un dettaglio che ha reso le Dunk le prime sneakers da basket mai prodotte in tonalità così audaci.

 

La stessa tecnologia firmata Nike che ha reso le Dunk così famose per il basket, è stata adottata con successo anche dagli skater più attenti allo stile. Nonostante l’apprezzamento dalla community dello skate, bisognerà però aspettare fino al 2002 con la fondazione di Nike SB (Nike Skateboarding) per avere le Dunk specifiche per questa disciplina sportiva. Le Nike SB Dunk offrono un’imbottitura maggiore, una suola extra-grip e anche delle solette Nike Zoom, dettagli che le hanno rese ancora più comode della versione originale.

 

Perfette sia per gli skater che per gli appassionati di sneakers, le Nike SB Dunk sono riuscite a conquistare il mondo della moda nella metà degli anni ’90 grazie a una serie di collaborazioni con leggende della cultura street, come Supreme, Stussy, Futura, Unkle o altri brand come eBay e Heineken. Per i millennial che si sono persi l’entusiasmo per le Jordan, le edizioni limitate delle Nike SB Dunk sono state il miglior biglietto d’ingresso per il mondo degli sneakerhead grazie alle stampe con elefanti, la canapa o il denim dai colori pastello ispirati ai gelati estivi e all’iconico turchese Tiffany.

 

Giunte ormai al terzo atto e spinte ulteriormente dalle edizioni speciali con Soulland e Comme des Garçons di qualche anno fa, le Dunk sono sneakers degne del loro ritorno rétro. Come tutti i più grandi modelli di scarpe Nike, hanno una storia illustre nel mondo dello sport, la giusta dose di nostalgia e, soprattutto, sono disponibili in una vasta selezione di colori. Anche se vi siete persi le versioni Parra, StrangeLove o Ben & Jerry’s, con l’arrivo delle nuove edizioni è il momento giusto per fare tutte le domande riguardo alle taglie e alla vestibilità della sneakers in questione: ecco a voi la guida definitiva alla vestibilità.

 

Guida definitiva a vestibilità, taglie e styling delle sneakers Nike Dunk

Li-Anne Kuek (@monsieurbanana)

 

Sneakers YouTuber di Melbourne, Australia

 

Le Nike Dunk sono la quintessenza delle sneakers per via della loro silhouette. Recentemente abbiamo assistito a una vera e propria rinascita delle Nike Dunk anche grazie a numerose riedizioni di colori rétro, nonché alcune collaborazioni con brand di rilievo come Off-White, StrangeLove Skateboards, Travis Scott e Ben & Jerry’s. Il design delle Nike Dunk viene spesso rivisitato da molti personaggi di spicco dello streetwear, tra cui Virgil Abloh, che ha presentato in anteprima le Off-White x Futura x Nike Dunk durante la settimana della moda parigina dell’anno scorso. Per me, le Nike Dunk sono un must have indiscusso perché hanno una silhouette classica e senza tempo, con una storia ricca e già molte collaborazioni iconiche sin dai primi anni ’90.

 

Styling:

Oggi indosso le mie Nike SB StrangeLove Dunk Low. Finora sono tra le mie sneakers preferite del 2020, perché i colori rosso/rosa e la tomaia in velluto felpato le rendono divertenti e giocose. Solitamente amo abbinarle ai pantaloni cargo Nike ACG o ai pantaloncini da ciclista e calzini Nike.

 

Taglie e vestibilità:

Le Nike Dunk vestono con la taglia indicata, quindi vi consiglio di prendere il numero che scegliete solitamente per le scarpe Nike. Tuttavia, rispetto alle Air Jordan 1 hanno una vestibilità leggermente più ampia nella punta, ma la differenza è minima quindi il numero che scelgo abitualmente è perfetto.

Originariamente, le Nike Dunk erano delle sneakers per il basket, poi adattate allo skate, quindi non ci sono dubbi sulla loro comodità, nonché sulla loro resistenza all’usura.

 

Cura:

Le salviette umide solitamente fanno al caso mio quando ho bisogno di pulire rapidamente le mie Nike Dunk in pelle. Non ci sto nemmeno troppo attenta perché non mi importa se sembrano un po’ rovinate o usate: le sneakers sono fatte per essere indossate e vissute dopo tutto.

 

 

Qui puoi comprare la selezione di Li-Anne su FARFETCH

Carl Kho (@carlkho_)

 

Sneakers Instagrammer di Londra, Regno Unito

 

Quello che mi ha attratto subito verso le Nike Dunk sono stati i colori distinti e la vivacità delle tinte originali, in particolare quelle dell’edizione “Be True To Your School”. Quello che mi piace di più della silhouette di queste sneakers è quanto sia versatile: la forma è simile alle Air Jordan 1, con una suola sottile e dal design poco ingombrante.

 

Styling:

Oggi porto le mie Syracuse High del 1999, semplicemente perché sono tra i miei colori preferiti (in realtà si tratta di un testa a testa tra queste e le Michigan). Per quanto riguarda lo stile invece sono delle sneakers davvero versatili, di solito io le abbino con pantaloni cargo o in velluto a coste, quasi sempre con taglio largo. Adoro la linea sottile e snella delle sneakers con l’orlo ampio dei pantaloni: si completano. In ogni caso, non si può sbagliare abbinandole anche con altri pantaloncini o joggers.

 

Taglie e vestibilità:

Le Nike Dunk calzano alla perfezione quindi il mio consiglio è di prendere il numero che indossate normalmente. Sono effettivamente più strette di altri modelli come le Air Force 1 e tutte le Air Jordan, eccetto forse le 1, quindi puoi tranquillamente prendere fino a mezzo numero in più rispetto al tuo numero abituale. Per fare un esempio, se hai il numero 42,5 con le Air Force 1, allora ti consiglio di prendere la taglia 43 delle Dunk. Con modelli più eleganti come le Air Jordan 1, basterà prendere lo stesso numero che usi abitualmente.

Non sono le scarpe più comode del mondo, soprattutto perché si tratta pur sempre di una scarpa rétro non possiamo aspettarci lo stesso livello di comfort dei modelli Nike più recenti. Sono comunque comode da indossare per qualche ora, ma non ci camminerei in città per tutto il giorno.

 

Cura:

Cerco di mantenere le mie scarpe sempre il più pulite possibile, ma non lo faccio con le Dunk: il loro aspetto migliora con l’usura e mi piace decisamente di più quel look vintage e vissuto. Se invece volete mantenere le vostre sneakers immacolate, basterà dar loro una passata con le salviette per la pulizia delle scarpe da ginnastica, oppure pulirle con una spazzola morbida dopo averle indossate.

 

Savannah Keenan (@savannahstaceykeenan)

 

Skateboarder di Londra, Regno Unito

 

Le Nike Dunk sono un classico dallo stile impeccabile. In quanto skateboarder, fan della moda streetwear e giocatrice di basket a scuola, queste sneakers sono un punto fermo per me, proprio perché sono state pensate per tutti questi ambiti.

 

Styling:

Oggi indosso le Nike SB Dunk Low in viola, blu e grigio. Indosso sempre le Nike SB Dunk perché sono fatte per durare, sanno resistere benissimo allo skateboarding e posso indossarle anche quando non faccio sport. Adoro questa combinazione di colori perché è unica. Personalmente preferisco indossare le Dunk con i jeans piuttosto che con i pantaloni.

 

Taglie e vestibilità:

In generale, tendo a trovare le Dunk e le sneakers Nike in generale piuttosto piccole rispetto ad altre. Solitamente porto la taglia 36 e con le Nike prendo sempre mezzo numero in più. Infatti, ora porto il numero 36,5.

Le Nike Dunk sono sneakers resistenti e comode. Le SB hanno un’imbottitura aggiuntiva in modo tale da fornire supporto laddove ne hai bisogno, ma sono decisamente pensate per lo stile, per durare nel tempo e per garantire ottime prestazioni.

 

Cura:

Non faccio praticamente nulla di diverso del solito per la cura delle mie sneakers – le Nike SB Dunk sono sneakers piuttosto facili da usare e trattare. Per esempio, ho un paio di sneakers di alta moda che presentano così tanti strati e materiali diversi tra loro che lo sporco rimane sempre e comunque intrappolato in qualche angolo ed è difficilissimo pulirle al meglio. Con queste invece non è affatto un problema.

 

Christopher Blumenthal (@christopher)

 

Sneakers blogger su Deadstock.de di Krefeld, Germania

 

Non faccio parte della cerchia dei collezionisti di OG Dunk ma ho fatto skateboard durante la mia adolescenza, il che ha ovviamente scatenato la mia curiosità per le scarpe da skate. Sono un grande fan delle Nike Air Jordan 1 e le Dunk hanno uno stile simile, il che non può che renderle interessanti. Sono davvero molto felice della rinascita di queste sneakers e delle tante reinterpretazioni che usciranno presto. Ogni variante di colore porta con sé un concetto che viene interpretato anche nella struttura delle sneakers e nei materiali. Le Nike Dunk coniugano un design unico e una storia interessante.

Queste sneakers sono un vero must have grazie al loro design interessante e innovativo. Sono anche molto facili da abbinare a diversi outfit. C’è anche molta varietà tra le versioni: a seconda del look che stai cercando, puoi scegliere di osare con qualche modello accattivante e grintoso od optare per uno stile più minimal.

Le Dunk sono uno dei modelli iconici con i quali non si può mai sbagliare. Mi piace quanto cuore metta Nike in questo design.

 

Styling:

Oggi indosso pantaloni da lavoro con una vestibilità baggy, ovviamente! Questo è il mio look preferito, nulla di particolarmente strano, solo una camicia bianca con una bella stampa. Sono inoltre molto felice che siano finalmente tornati i pantaloni dalla vestibilità meno aderente: adoro abbinare i miei con le SB Dunk di Travis Scott o dell’era Orange Box.

 

Taglie e vestibilità:

A volte vestono giusto e a volte no. Dipende davvero dalla forma del tuo piede. Le differenze nei materiali e nei dettagli (come l’imbottitura aggiuntiva per lo skateboard presente sulle Nike SB Dunk) possono influire sulla vestibilità.

Il livello di comfort delle Nike Dunk è paragonabile a molte altre sneakers, come le Air Jordan 1 o le Air Force 1. Queste non sono pensate per essere delle sneakers per lo sport – tranne per quanto riguarda lo skate, ovviamente. La Nike Dunk è una scarpa lifestyle molto bella che può essere indossata tranquillamente tutto il giorno e non rischierà di diventare troppo stretta, né di perdere il suo fascino con il passare del tempo.

 

Cura:

Alcune versioni delle Nike Dunk hanno bisogno di una cura particolare. La scarpa può anche essere molto sensibile a seconda dei materiali scelti per la tomaia. Chiunque abbia un paio di Nike SB Dunk Papa Bear nel guardaroba ricorderà sicuramente di aver provato un mix tra orgoglio e paura – immaginate solo di rovesciare un drink su una di queste bellezze tutte morbide! Bisogna assolutamente evitare di sporcarle. Per fortuna alcune di queste sneakers in pelle necessitano solo di essere pulite con un panno bagnato per tornare subito come nuove.

 

Ricevi il 10% di sconto sul tuo primo ordine

Iscriviti per ricevere via email informazioni su: promozioni, novità selezionate per te, aggiornamenti sugli stock e tanto altro

Ricevi aggiornamenti via

Con la tua iscrizione accetti la nostra Privacy Policy. Puoi annullare l'iscrizione in qualsiasi momento tramite il link a fondo pagina nelle nostre email.

8690431 7565620 5899503 6264702 7955323 seotmstmp deskdev